Anemia? Un pesce di ferro ti salverà

fishOggi cucino… PESCE di FERRO

Se hai intolleranze o allergie può capitare che certi alimenti sei costretto a limitarli, o magari escluderli. Questo potrebbe provocarti anemia. Oppure, come me, sei un anemico congenito. Assumere ferro non è sempre una passeggiata, molti non lo tollerano perché spesso provoca disturbi gastrici anche piuttosto fastidiosi, e ne avresti già abbastanza dei tuoi disturbi, prima di andare a cercartene degli altri.

Capita che si interrompano le cure proprio per questo motivo. E poi, sempre con queste pasticche ogni giorno: che barba!

Sembra che il problema sia risolto. Da oggi in poi mettiamo in pentola un bel pesciolino di ferro, e provvederà lui a rilasciare nell’acqua di cottura delle pietanze la giusta quantità di ferro necessaria, senza provocarci disturbi. Questa bella idea l’ha avuta un giovane medico canadese che stava completando un dottorato in epidemiologia nelle campagne della Cambogia, dove il 90% delle donne soffre (anzi, soffriva) di anemia. La carenza di ferro è uno dei problemi più sentiti e l’Oms stima che siano 800 milioni gli individui che soffrono di anemia, in particolare le donne e i bambini. C’è da dire che l’anemia non va presa sottogamba: oltre agli effetti generici di stanchezza, infezioni e problemi cognitivi, se trascurata può avere effetti letali.

Lucky Iron Fish, questo è il nome del pesciolino. Il giovane medico che ha avuto questa pensata, a bassa incidenza tecnologia quindi particolarmente economica,  si chiama Christopher Charles ed è in forze alla McMaster University (DeGroote School of Medicine – Hamilton, Canada). Il modo per utilizzarlo è semplicissimo: si mette nell’acqua di cottura e Lucky Iron Fish rilascerà il 75% del fabbisogno quotidiano di ferro, aumentando sia emoglobina che ferritina. Gli esperimenti fatti in Cambogia testano nella popolazione una riduzione del 70 per cento di anemia. Mi sembra un ottimo risultato. In Italia non è ancora distribuito, ma ho fatto una ricerca personale, costa 25 dollari (abbastanza, però una cura con integratori di ferro costa di più, mentre Lucky Iron non si consuma) e si può trovare in vendita on line qui: Lucky. Il pesciolino è considerato un portafortuna dalle popolazioni orientali che lo utilizzano volentieri. D’altra parte leggo altrove che non si è proprio “scoperta l’America”: si può ovviare al problema anche utilizzando pentole in ghisa, che hanno la stessa funzione. Comunque il pesciolino mi piace, è anche bello da vedere e potrebbe essere un regalo simpatico. Vorrà dire che da oggi mangerò un po’ meno spinaci e più pesce (di ferro). Buon appetito!

 

Commenti

commenti

Lascia un commento