Un anno intenso

«L’estate è arrivata e se n’è già quasi andata. Non me ne sono neppure accorta. È trascorsa anche la primavera (per non parlare dell’inverno o dell’autunno) senza lasciare traccia. Per forza. Ero impegnata in una di quelle imprese che a volte la vita ti chiama a seguire, senza che tu sappia davvero perché. In fin dei conti il nostro futuro non può essere che un futuro anteriore:

Quando avrai finito questo percorso ne saprai qualcosa in più”. (Di te, o del mondo. Prima sai solo che da qualche parte devi iniziare).

Commenti

commenti

Lascia un commento