I MIGLIOR ANNI

Era stanco di sprecare i migliori anni della sua vita.
Al compimento dei trentatrè ha mollato la sua occupazione (non di turnista siderurgico, ma di giornalista, comunque inchiodato 12 ore davanti a un computer), ha affittato il suo bilocale in città – eredità della nonna – e si è cercato due stanzette e un po’ di orto in un posto sperduto vicino al mare, dove poter vivere con molto meno. Continua a leggere