CAPELLI: OGGI FACCIO IO

Sono una bohémien datata, lo so.

Per ogni cosa mi ci vorrebbe il doppio del tempo, perché vorrei farne altre mille. Ma appena ritorno nella dimensione terrena (dopo che la mia ultima chiamata all’universo ha trovato solo la segreteria telefonica) salgo di un livello-game e riparto. E seguo le direttive di Giorgio Gaber: «Una brutta giornata – chiuso in casa a pensare – una vita sprecata – non c’è niente da fare – non c’è via di scampo… mah, quasi quasi mi faccio uno shampoo». Continua a leggere