Contratto anti-imprevisti per freelance

Tra i vari blog ai quali mi iscrivo per ricevere interessanti newsletter ce n’è uno particolarmente ben fatto, con giovani menti ben strutturate, a indicare che “freelance” e “creativo” non significa necessariamente “a caccia di farfalle nei prati”. Si chiama “Super good life” e non finisce mai di stupirmi. Chi sono gli autori?

Oltre ai numerosi argomenti trattati in Super Good Life ce n’è uno sempre valido per tutti, e cioè quello di ricevere un compenso adeguato che corrisponda allo sforzo profuso.

Questi articoli-guida, sintetici eppure molto esausivi, sono suddivisi per punti specifici, ciò esclude ulteriori perdite di tempo. Eccovi due brevi stralci di Post realizzati da Augusto Pirovano e Giacomo Neri con annessi link per accedere direttamente:

Contratto per freelance – la guida per proteggerti dagli imprevisti

 

 

“Lavorando con un cliente, quante volte ti è capitata una di queste piaghe:

Impazzisco per rispettare i tempi di consegna strettissimi concordati col cliente mentre lui se la prende comoda per mandarmi i materiali e le informazioni che mi servono per andare avanti col lavoro.  Ma come devo fare?

oppure:

Dopo la consegna finale, il cliente mi subissa di infinite richieste di modifiche e integrazioni…ma quand’è che posso sentirmi finalmente libera??!?

ma anche:

A metà del progetto il cliente stravolge le richieste iniziali chiedendomi di pensare a qualcosa di molto diverso.

dulcis in fundo:

Al cliente – per motivi suoi – slitta l’evento collegato al nostro lavoro.   Il cliente non ha più fretta e non risponde più alle mie mail.

Quante volte sono successe a me?
Tante.
E sono cose che odio. Veramente. Con tutto il cuore.”  (Continua la lettura: questo link)

Un’altra soluzione alla quale aspiriamo tutti poi è questa, di Giacomo Neri:

FiscoZen: il consulente fiscale per freelance che sostituisce il commercialista (100% online)

“EUREKA! Abbiamo finalmente trovato un servizio al 100% online che sostituisce il commercialista (e sembra venire dal futuro :))

Non so tu, ma io ho cambiato tanti commercialisti e non ho mai avuto un rapporto… così “rose e fiori” con loro.
Prima avevo la Partita Iva in Italia, poi mi sono trasferito a Copenhagen e ho dovuto rifare tutto da zero. Poi, dopo 5 anni, mi sono spostato qui a Lisbona e di nuovo…. da capo con tutta la trafila.

E ogni volta che mi metto a cercare un commercialista mi sale l’ansia:

  • Risponderà alle mie email? O sarò trattato come l’ultima ruota del carro perché “sono solo un freelance”? (e gli porto pochi €€€ rispetto a un’azienda più grossa).
  • Mi dirà, più o meno, quante tasse pagherò o starà nel vago come gli altri?”
    L’articolo continua, ecco il link!

La mia testimonianza:

Sono certa che le guide SUPER GOOD LIFE apriranno nuovi spiragli di luce nelle nostre attività. Buon febbraio e buona lettura 🙂

 

Commenti

commenti

Lascia un commento