il Profumo delle Feste

Il profumo delle feste.

Le fragranze sono un fluido misterioso, toccano corde inaccessibili alla ragione, evocano ricordi, trasportano lontano.

Sul versante dell’olfatto non si scherza, i profumi possono rovesciare i codici. Alcuni, in certi momenti speciali sprigionano magie. Ognuno ha i suoi. Una piccola madeleine riportava Proust alla ricerca del tempo perduto.
Per me sono i tessuti di broccato e il gobelin del laboratorio di famiglia, le fresie e le tuberose della fioreria, i letti di cedro nella casa della zia in Carnia, la crosta di polenta nel paiolo di rame, il burro di malga che galleggia nell’acqua, dentro a un piatto, sul balcone esposto a nord.

E poi quelli delle feste: le arance nella notte di Santa Lucia. La fuliggine dei camini. La cannella nei biscotti, la noce moscata sulla besciamella e i chiodi di garofano nell’arrosto. Ognuno di questi profumi mi trasporta lontano, in una stagione, un posto.
Dicembre è saturo di questi profumi.
Non devi far altro che cercarli, riprodurli e la magia si rinnova.

I miei biscotti delle feste

Sono semplici ma profumati: arancio-cannella, zenzero-limone, al farro e burro di montagna. Ecco la ricetta:

Burro (di montagna) ammorbidito 250 g
Miele locale di acacia 1 cucchiaio
Baccello di vaniglia 1
Stecca di cannella 1
Scorza di 1 limone non trattato
Scorza di 1 arancia piccola non trattata
Zenzero candito 2 cucchiai 
Zucchero a velo 40 g
Zucchero di canna integrale 40 g
Farina di farro 300 g
Tuorlo 1
Acqua 4 g
Sale fino 2 g

Nota essenziale: più gli ingredienti saranno locali e di ottima qualità, più il risultato sarà gratificante.

Esecuzione:

Versate il burro nella planetaria, unite lo zucchero a velo e il miele d’acacia per rendere la frolla più uniforme. Azionate la planetaria alla velocità più bassa: il burro non deve montare. Arrestate la planetaria, sciogliete il sale in pochissima acqua (circa un cucchiaino) e unitelo in planetaria con il tuorlo. Incidete la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza e versate i semini nella planetaria.
Azionatela nuovamente a bassa velocità.

Dividete l’impasto in due piatti.

In un piatto grattugiate la scorza di un limone e nell’altro quello di una arancia (entrambi non trattati). Setacciate la farina e versatene metà in ogni piatto.
Frullate nella planetaria i canditi di zenzero e uniteli al piatto con il limone grattugiato.
Pestate finemente la stecca di cannella nel mortaio con una spruzzata di farina (in alternativa usate un cucchiaino scarso di cannella in polvere) e unitelo al piatto con la scorza di arancia.
Mescolate velocemente con una forchetta prima un impasto e poi l’altro finché saranno amalgamati e infine avvolgeteli separatamente nella pellicola, quindi riponeteli in frigo per due ore.

Estraete un impasto dal frigo e togliete la pellicola, spolverizzate leggermente con la farina il piano di lavoro e la superficie della palla d’impasto quindi stendetela con un matterello, fino ad ottenere uno spessore di circa 2 mm, ora potete realizzare i vostri biscotti con stampini di media grandezza.
Distribuiteli sulla leccarda foderata con carta da forno distanziati in maniera regolare perché tendono a gonfiarsi in cottura.
Volendo, spennellate la superficie con l’albume d’uovo rimasto, leggermente battuto.
Per la cottura: se si desidera una consistenza morbida basteranno circa 6-7 minuti in forno statico a 200° mentre se si desidera una consistenza più croccante a 160° per circa 12-14 minuti. Per i forni casalinghi posizionare una pallina di carta stagnola tra la bocca del forno e lo sportello, per lasciare uno sfiato.
Una volta infornati i biscotti al gusto arancio-cannella procedete allo stesso modo con l’altro tipo di impasto limone-zenzero. Saranno perfetti, con un tè all’arancio-cannella o al bergamotto. Se pensate di regalarli: è meglio lasciarli raffreddare bene prima di preparare le confezioni.

SCARICA QUI LA  Fustella con il mio Packaging delle feste

Leggi la guida di esecuzione ti sarà utile per confezionare ogni regalino: biscotti, candele, saponette, creme… Basta scaricare la fustella, stamparla e ritagliarla… Buon Natale a tutti! ♥

Testi e immagini: L. Battistella©2017

Commenti

commenti

Lascia un commento