LA MELA ANTICA

biancaneve-e-la-mela-avvelenataLa vista della giovane Biancaneve genera una associazione immediata con le mele. Le mele sono un frutto antico e denso di significati reconditi. Una mela novella, croccante e succosa fa pensare al morso deciso di una dentatura giovane e forte, alle favole di un tempo, alla bellezza di un melo in fiore. Per me si tratta di uno dei pochissimi frutti che posso gustare con tranquillità.

Il primo libro che ho ricevuto in dono quando ero molto piccola era proprio “Il giardino dei meli” e lo ricordo come una lettura magica. In effetti la mela possiede un alone di magia, non è soggetta a mode passeggere, come certa frutta esotica. É talmente carica di significati da essere adottata come un simbolo della genesi. Per quel che mi riguarda è il frutto della salute, al di là del suo potere antiossidante e delle vitamine in essa contenute (provitamina A, vitamine B1, B2, B6, E, C, Niacina, acido folico, flavonoidi e carotenoidi) è un frutto che uso spesso anche nelle insalate o mescolata allo yogurt proprio per il senso di benessere che mi regala.

Possiamo considerarla un alleato di bellezza perché la sua pectina ci aiuta ad eliminare le sostanze tossiche dall’intestino, e la salute è bellezza. L’apporto calorico molto basso rende più sopportabili le restrizioni dietetiche di chi tende ad accumulare peso.

Nella zona pmelatrovata2edemontana friulana, come nel trentino, si trovano ancora frutteti autoctoni curati e vezzeggiati dalle famiglie del luogo. Ho avuto modo di conoscere un giovane coltivatore (Patrick) che segue artigianalmente la sua piccola produzione, trasformando poi le mele antiche in un genuino succo. Se desiderate assaggiare questo buon nettare antico troverete Patick sempre presente con il suo banchetto alle numerose manifestazioni provinciali, dove potrete acquistare e assaporare le sue mele. É anche possibile “adottare” un melo antico e avere così la soddisfazione di vederlo crescere e maturare… Questo è il link al sito: Sapori Dimenticati

Commenti

commenti

Lascia un commento