Fuerteventura 8° Giorno

8-giorno15592460_10210224383038865_1025840921_n09.12.16 Fuerteventura – (ottavo giorno) Leggi le puntate precedenti: →No Jobs
Sono in bici sulla via del locutorio! Mi aspetta una lunga giornata li dentro a guardare annunci, mandare mail e fare correzioni: ho tradotto il mio curriculum in inglese in spagnolo in francese e nonostante vi siano esperienze di vario genere, dall’amministrazione alla ristorazione, rimane il fattore “over” dell’età, che come in Italia, mi penalizza e non poco. Se si considera poi che sono una tra i mille che cerca più o meno la stessa cosa, che ancora non posseggo il NIE: (una sorta di codice fiscale che ottieni fissando una residenza e avendo un precontratto di lavoro), che devo avere “conoscenze” oltre che ad una sonora Bdc (ndr. botta di culo), che devo sapere bene almeno due lingue e che quello che offre l’isola in questo momento di bassa stagione e’ assai poco, allora si è bene sedersi nella panchina davanti a Lobos ed armarsi di santa pazienza!
Il mio oramai amico colombiano del loculo, mi rassicura dicendo che ne ha viste migliaia di persone passare da lui con lo stesso intento, difficilmente qualcuno ha trovato un’occupazione prima di un mese e di non abbattermi, anzi, di essere felice perché comunque sono una “bella e cara persona”. La mia autostima solitamente ai minimi livelli, ha conquistato una tacca che dura però ben poco perché nel tragitto verso casa, comincio a rivedere in un flash il remaker degli ultimi due anni della mia vita (non che i precedenti siano stati più facili!!) e mi prende una morsa allo stomaco.

Questa è un’isola vulcanica molto energetica posizionata in un punto particolare dell’Oceano Atlantico e devi un po’ perderti per ritrovarti, scordarti chi sei, da dove vieni ed il perché, metterti in una posizione di lasciare andare tutto almeno per qualche settimana approfittando a pieno, di questa occasione nata per necessità. Qui vivi nel presente: il passato e’ appunto passato, non lo si può cambiare mentre il futuro ancora non esiste! Sono arrivata impaziente, nervosa, piena di aspettative e sotto stress: dopo solo una settimana, ho scardinato molte delle mie resistenze, passando dai primi giorni di pianto, nostalgia, delusione ad una sana rassegnazione e calma. Questo grazie anche al corso di Thai Chi che ho iniziato a fare e che mi sta aiutando davvero molto in questo passaggio doveroso.
Non sono qui solo alla ricerca di un’occupazione, sono qui anche per migliorare e stare bene con me stessa: se sono arrivata a fare certe scelte nella vita, alcune molto positive e fortunate, altre decisamente sbagliate e rovinose, un motivo c’e’ ed ora con l’età della consapevolezza, non posso più nascondermi dietro un dito o cercare giustificazioni del tipo si, ma, però…

Questo è dunque il posto giusto per fare questo e quello, entro il 31/12 però bisogna iniziare a fare la quadra, il tempo sta lentamente scadendo. H. 23.15 telefonata di aggiornamento ai miei figli (benedetto w.app, ti adoro) e buona notte, si dorme.

(Prosegui: vai al 9° giorno)

PH Credits: C.P.® – Riproduzione Riservata. / Testi: C.P.® – grafica: Laura Battistella Riproduzione Riservata.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento