ELOGIO DELLA LENTEZZA

“Una mattina di un sabato di giugno”

Ti piacerebbe essere in vacanza (e non sei).
Vorresti una colazione stile agriturismo-in- Alto Adige, ma in frigo ci sono soltanto due mele che ti guardano.
Perciò la marmellata te la fai. E viene anche buona.
Anzi, buonissima.

Con questi ingredienti salta fuori un vasetto 0,25  giusto per il fine settimana…
Sapore fresco estivo e leggermente piccante.
E soprattutto benefico.

 

Due mele qualsiasi.
Un etto di zenzero candito (io l’avevo comprato in una bancarella del Mercato Europeo, ma quello del supermercato va bene uguale).
Una spolverata di curcuma.
Un chiodo di garofano.
Mezzo cucchiaino di aroma di Bergamotto (se ce l’avete farà la differenza, se no mettete la scorza di limone, uno).

Tagliate a pezzetti le mele e infilate tutti gli ingredienti a cuocere in un pentolino con un po’ d’acqua, chiuso con coperchio per un’ora e mezza (quando serve aggiungete un po’ di acqua calda). Poi continuate qualche minuto a pentola scoperta, finché si addensa. Sterilizzate in acqua bollente un vasetto e il suo coperchio, riempitelo con il composto di mele, infine rovesciate il vasetto chiuso a testa in giù.

Non prima di avere assaporato almeno un cucchiaio di marmellata su una fetta di pane tostato. Accompagnando l’azione benefica con la lettura di qualche buona pagina, come per esempio “Elogio della lentezza”.
Desiderando fare più vasetti, basta moltiplicare le dosi. Più facile di così… #soddisfatticonpoco  Buone vacanze!

Commenti

commenti

Lascia un commento