Il Folletto Billy di viale Martelli 51

wp_20160525_013Ho vissuto per dieci anni a ridosso di un parco segreto e meraviglioso. Avevamo scelto di abitare in quel palazzo dalle stanze immense e vecchiotte proprio per goderci il suo sorprendente panorama. Il parco verde era rimasto inaccessibile per molti anni e nel suo cuore impenetrabile, accanto al crocevia più rumoroso della città, era sorta una comunità di Elfi, Gnomi e Sbilf arrivati a Pordenone dalle montagne della Carnia. Billy è uno di loro. Continua a leggere

Sara: ultimo avvistamento…

Leggi le puntate precedenti: →No Jobs

01.01.17
È il 1° di 365 e come di consuetudine sveglia all’alba…

L’alba di un nuovo anno e se è vero il detto che chi ben comincia è a metà dell’opera, oggi sono doppiamente felice visto che è il mio primo giorno di lavoro all’estero. O meglio oggi scendo al Porto per visionare il locale, prendere accordi e capire quali saranno le mie mansioni. Il mio turno sarà 10-17 e la mia divisa da lavoro è pronta nell’armadietto. Alle 11 sono di nuovo libera di programmare le mie prossime ore. Continua a leggere

Sara: risveglio a Lanzarote

Leggi le puntate precedenti: →No Jobs

29.12.16 Ieri sera sono rimasta a dormire a Lanzarote quindi il risveglio è stato un po’ diverso. Il mare da qui non si sente e nemmeno i gabbiani: oggi non c’è vento. Il profumo del caffè che entra da sotto la porta, mi fa venire in mente l’italia e per un attimo mi si ferma il cuore. “No Sara, qui stai bene: cazzo faresti stamattina se eri a casa? Anche se qui sei come un’immigrata comunitaria, almeno non senti il peso delle giornate senza sapere come andranno a finire”. Continua a leggere

Sara: da Fuerteventura a Lanzarote

Leggi le puntate precedenti: →No Jobs

28.12.16 Per paura di non svegliarmi, ho messo ben due sveglie a distanza di mezz’ora l’una dall’altra. Questo viaggio da un’isola all’altra è troppo importante per rischiare di perderlo. Il tempo è da diversi giorni molto incerto, il vento ha fatto svariati danni alle barche ormeggiate in porto e potrebbe capitare che i traghetti non partano per le forti mareggiate. Continua a leggere

Il Diario di Sara: primo giorno di prova

26.12.16 – Leggi le puntate precedenti: →No Jobs

È il giorno della prova. Esco di buonora e faccio colazione. Giorni prima passando in bici intravedo un cartello “Se busca chica” fuori ad un locale del centro, poche ore dopo avevo già consegnato il mio cv alla proprietaria. Mi fanno stare un paio di ore ad osservare come si fa questo mestiere. Dopo di me, si alternarono una serie di ragazze ed alla fine scelsero una di loro. Vabbè, vorrà dire che mi aspetta altro! Continua a leggere

Il diario di Sara: Natale alle Canarie, sì però…

25.12.16 – NataleLeggi le puntate precedenti: →No Jobs

Già, è Natale. Oggi niente tuta, dopo quasi un mese metto un vestitino e mezzo tacco quindi sfreccio in bici a cercare la chiesa. Mi hanno detto che è in zona porto, fatico a trovarla perché non c’è un campanile alto che mi aiuti ad orientarmi, arrivo perciò trafelata a messa iniziata. È strapieno, ma riesco comunque a sedermi tra un tedesco e una anziana signora inglese. Il parroco traduce in quattro lingue la funzione, pure i canti si alternano, poi terminata, tutti in fila a baciare i piedini di Gesù bambino. È molto suggestivo essere qui oggi. Continua a leggere