La storia del Castello di Torre

Al giorno d’oggi Torre è considerato solo un rione di Pordenone, il suo naturale prolungamento. Giusto un’appendice della città. In realtà è proprio il contrario, e questo fatto – per noi di Torre – è fonte di un certo orgoglio. Anche se poche famiglie possono vantare di avere una relazione diretta con la Turris antica, perché gli insediamenti produttivi dell’ottocento – il cotonificio e poi la tintoria – hanno portato molti “foresti” in queste zone, come è successo nel novecento con la Zanussi, ma in qualche modo tutti gli abitanti hanno maturato un legame forte con questo borgo e si sentono “torresani”. Continua a leggere

La Torre dell’Asino.

Attività Assistita con gli Asini:   La Torre dell’Asino.

La Torre dell’Asino è un progetto (di Fattoria Didattica/Sociale pensato in collaborazione con La fattoria Didattica e Sociale Il Ponte)
che nasce con l’intento di ritrovare e riconquistare la relazione importante e vitale con l’ambiente naturale. Quale mediatore migliore dell’Asino, amico e compagno di lavoro dell’uomo, da millenni… Continua a leggere

La Camargue di casa nostra

LA CONA WETLAND CENTRE

In questi giorni di primavera mi viene una gran voglia di mare: salsedine, risacca, sabbia nelle scarpe, sole sulla faccia. Non è ancora tempo di vacanze, tra l’altro gli impegni che si accavallano non lo permetterebbero, ma qualche ora nel fine settimana si può ritagliare e vale doppio. Continua a leggere

Stupefacenti scenografie visionarie!

Ovvero: come trasformare uno spazio verticale in qualcosa di fantasmagorico, vivo, bello e sorprendente.

La prima volta che ho toccato una parete verde mi sono emozionata, due amici architetti avevano appena allestito qui a Pordenone un nuovo ambiente lavorativo open space, fatto di specchi, vetrate e… prati verticali: è stato come entrare in un quadro di Maurits Cornelis Escher e non sarei più voluta uscirne. Continua a leggere