Medicine vere o finte…

Che bella quella sensazione di morbidezza interna, un benessere diffuso come quello delle mani tiepide della mamma che ti massaggiano il petto quando sei bambino. La stessa cosa gratificante si ottiene prima dell’acquisto di un rimedio naturale, che sia omeopatico o derivante dai fiori di bach, l’effetto magico è leggere la sintomatologia corrispondente ai vari rimedi e poi fare una spunta mentale:
«Ma questo ce l’ho! Anche questo qui! Questo sicuro! E quest’altro… come no?» Continua a leggere

Tecniche di miglioramento: I BUONI INCONTRI CHE SI FANNO CASUALMENTE IN RETE

Di questo accattivante sito (che ho scoperto per caso) mi ha sedotto inizialmente la guida (gratuita) che ha l’intento di proteggerti dagli imprevisti.

Credo di averne già una collezione (di guide intendo, alcune create da me) ma come resistere? Questa è simpaticissima e ti prende per mano esattamente come fa la mia amica consulente commerciale quando mi regala i suoi consigli. Si chiama “il Contratto per Freelance”. (Ma oltre al lavoro c’è molto altro!) Continua a leggere

Stupefacenti scenografie visionarie!

Ovvero: come trasformare uno spazio verticale in qualcosa di fantasmagorico, vivo, bello e sorprendente.

La prima volta che ho toccato una parete verde mi sono emozionata, due amici architetti avevano appena allestito qui a Pordenone un nuovo ambiente lavorativo open space, fatto di specchi, vetrate e… prati verticali: è stato come entrare in un quadro di Maurits Cornelis Escher e non sarei più voluta uscirne. Continua a leggere

OLTRE IL WEB SEMANTICO

I CERAMISTI CI SALVERANNO DALL’OBLIO?

eroeffnung-mom_q0a3129

Le mie amiche Glenda, Prisca e Adriana potrebbero scoprirsi dall’oggi al domani “copiste analogiche del sapere”. Insomma, ceramiste 3.0 su moderne tavolette sumeriche!
La faccenda nasce da un dubbio: quanto potranno resistere nel tempo quelle “mila-miliardi” di informazioni che produciamo in continuazione su laptop e iPhone?
Il volume cresce in maniera esponenziale, la conservazione digitale si rinnova, ma invecchia anche rapidamente. Qualcuno si ricorda dei floppy disk? Sono quasi scomparsi anche i CD, siamo sicuri che il XXI secolo non sarà un buco nero per i nostri discendenti? Continua a leggere

FARSI UN VOLANTINO E PROMUOVERLO: la distribuzione efficace.

volantinaggioCOME DISTRIBUIRE I VOLANTINI.

Oggi vi parlerò della distribuzione pubblicitaria “fai da te”.

Sono ormai trascorsi un bel po’ di anni da quando perfino i piccoli commercianti di quartiere o le piccolissime associazioni passavano nello studio pubblicitario dove lavoravo, per commissionarmi un volantino o un pieghevole da realizzare e poi distribuire. Credo di non sbagliarmi se dico che questa bella abitudine è sopravvissuta fino ai primi anni ’90. Infatti, intorno a quel periodo è sbocciata la “massificazione informatica”.
Non starò qui a discutere sui benefici e i fallimenti che questo avvento ha creato per i professionisti del settore (il mondo cammina sempre avanti), fatto sta che in quegli anni la maggior parte delle persone si è trovata tra le mani una macchina dalle molteplici potenzialità – il personal computer – nella mancanza però di una adeguata preparazione tecnica, visiva o artistica self-made.
“Accontentarsi” di una esecuzione medio/bassa produce gli stessi risultati, dunque è buona cosa mettersi d’impegno per apprendere le tecniche corrette. Continua a leggere

IL TURISMO INDUSTRIALE

ALLA SCOPERTA DELLA PROVINCIA CHE LAVORA
Pordenone è la provincia più a occidente del Friuli Venezia Giulia ed è sempre stata una città industriosa, non a caso qui si trovano tra i maggiori distretti del mobile, del coltello, della meccanica, elettromeccanica e gomma-plastica. Senza dimenticare il settore tessile, dell’artigianato e dell’agricoltura. Le attività di questa regione nascono in gran parte come aziende a conduzione familiare, per poi espandersi nel tempo, quasi mai però vedono allacciare tra loro rapporti di condivisione del proprio know-how. Perchè? Continua a leggere