Siamo cattivi: La teoria dell’incompetente

SIAMO CATTIVI?
SI, SIAMO CATTIVI.

O… se non lo siamo – ci fanno diventare. Stamattina al Patronato ho incontrato una amica, anche lei lì per cercare assistenza e consulenza. Sta combattendo coi denti una situazione di precarietà (diffusa fra noi tutti) ma – ancora peggio – ha appena perso un’occasione importante (per il cui buon esito si era applicata scrupolosamente) a causa dell’inefficienza di un operatore amministrativo del pubblico servizio.

Continua a leggere

Tecniche di miglioramento: I BUONI INCONTRI CHE SI FANNO CASUALMENTE IN RETE

Di questo accattivante sito (che ho scoperto per caso) mi ha sedotto inizialmente la guida (gratuita) che ha l’intento di proteggerti dagli imprevisti.

Credo di averne già una collezione (di guide intendo, alcune create da me) ma come resistere? Questa è simpaticissima e ti prende per mano esattamente come fa la mia amica consulente commerciale quando mi regala i suoi consigli. Si chiama “il Contratto per Freelance”. (Ma oltre al lavoro c’è molto altro!) Continua a leggere

Stupefacenti scenografie visionarie!

Ovvero: come trasformare uno spazio verticale in qualcosa di fantasmagorico, vivo, bello e sorprendente.

La prima volta che ho toccato una parete verde mi sono emozionata, due amici architetti avevano appena allestito qui a Pordenone un nuovo ambiente lavorativo open space, fatto di specchi, vetrate e… prati verticali: è stato come entrare in un quadro di Maurits Cornelis Escher e non sarei più voluta uscirne. Continua a leggere

Vuoi vendere e affittare meglio? Chiama la Home Stager

13131207_1540740919561703_7847112375671457333_oDue sorelle di Pordenone cercano di locare l’appartamento appena ereditato: una vorrebbe venderlo, l’altra preferirebbe affittarlo. Ma lo scoglio più grande è che lo stabile è un po’ datato: molto soleggiato – d’accordo – in una piazza ben servita – ok, perfetto – però gli infissi non sono un granché, i pavimenti in marmo non si usano più e la disposizione dei locali è un po’ strana. E rinnovarlo per venderlo costerebbe troppo.
Davvero? Questo fino a ieri, ma non potete immaginare come potrebbe diventare quell’appartamento dopo il tocco creativo di una Home Stager professionista! Continua a leggere

TRUCCHI salvatempo

TECNICHE INSOLITE

Ogni giorno ci ritroviamo alle prese con faccende da risolvere utilizzando metodi già noti: pulire, stirare, riordinare. Capita a volte che qualcuno, per puro caso, applichi tecniche diverse e sbrigative alle quali non avevamo pensato. Tu le conosci già? Eccole:

PIANO COTTURAMia cognata fa così: riveste il piano cottura di fogli di alluminio. A fine cottura toglie i fogli e il piano cottura è perfetto. Io invece faccio così: Continua a leggere

FATTI UNA CASA NUOVA

OGNI casa ha molte possibili versioni:
OSSERVALA BENE E CERCA LA MIGLIORE!

Fateci caso: quando rientrate a casa vostra non attivate forse la modalità automatic? Per prima cosa raggiungete la scarpiera per togliervi gli impicci, vi liberate della borsa, del cappotto, tornate in cucina e nel frattempo notate le cose fuori posto, le tazze del mattino, l’asciugamano di traverso… ma non osservate i mobili, i quadri, le lampade, i tappeti ecc.
Tutto questo perché siamo abituati a vedere queste cose ogni giorno e a dare per scontata la loro esistenza. In genere, rientrando da una lunga vacanza, la nostra casa ci sembra diversa: a volte bella, a volte piccola oppure strana. Quelli sono i momenti migliori per studiarne i difetti di tipo organizzativo, funzionale ed estetico per modificarli. Continua a leggere

A PROVA DI SUOCERA

Tutte o quasi, avete subìto almeno una volta nella vita il famigerato test “Reginetta della Casa”, in genere capita una visita inaspettata proprio nel giorno in cui avete trascurato il lavello (perché eravate stanche) o il letto è da rifare e la vasca trasborda di asciugamani accatastati. Certo, basta fare un sorriso e sdrammatizzare, anche perché nessuno verrà a mettervi a posto il disordine, però in fondo un po’ dispiace… “Uffa, se fossero venuti l’altro ieri, quando la casa era uno specchio!” Continua a leggere