Luglio, col bene che ti voglio…

Sabato pomeriggio ore sei.

Ci sono vari modi interessanti per impiegare il tempo libero, soprattutto quando è limitato a poche ore del sabato. Ascoltare musica, leggere un libro, frequentare corsi di ogni tipo, andare in palestra, vedere una mostra, farsi una camminata o anche contemplare il paesaggio. Ma tra questi, il lettino di una spiaggia è il posto ideale per una ricerca sociologicaSe non lo sapevate già, la battigia è perfetta per la sperimentazione scientifica 🙂  🙂  🙂 Continua a leggere

Il patrimonio bibliografico del Seminario è di nuovo per tutti.

Inaugurazione della nuova sede della Biblioteca del Seminario Diocesano

Per nulla al mondo me la sarei persa: l’inaugurazione di una Biblioteca è luogo di incontro, di scambio, di conoscenza e si festeggia con grande gioia. Circondati dalle quinte di un parco con acque incredibilmente azzurre, giovedì scorso si è svolta la cerimonia – aperta a tutti – e dopo il discorso e il ringraziamento a tutte le parti coinvolte nei lavori di studio, catalogazione, e ristrutturazione, il vicepresidente della Regione FVG ha ricevuto l’incarico di tagliare il nastro. Continua a leggere

La Torre dell’Asino.

Attività Assistita con gli Asini:   La Torre dell’Asino.

La Torre dell’Asino è un progetto (di Fattoria Didattica/Sociale pensato in collaborazione con La fattoria Didattica e Sociale Il Ponte)
che nasce con l’intento di ritrovare e riconquistare la relazione importante e vitale con l’ambiente naturale. Quale mediatore migliore dell’Asino, amico e compagno di lavoro dell’uomo, da millenni… Continua a leggere

Il Folletto Billy di viale Martelli 51

wp_20160525_013Ho vissuto per dieci anni a ridosso di un parco segreto e meraviglioso. Avevamo scelto di abitare in quel palazzo dalle stanze immense e vecchiotte proprio per goderci il suo sorprendente panorama. Il parco verde era rimasto inaccessibile per molti anni e nel suo cuore impenetrabile, accanto al crocevia più rumoroso della città, era sorta una comunità di Elfi, Gnomi e Sbilf arrivati a Pordenone dalle montagne della Carnia. Billy è uno di loro. Continua a leggere