CAPELLI: OGGI FACCIO IO

Sono una bohémien datata, lo so.

Per ogni cosa mi ci vorrebbe il doppio del tempo, perché vorrei farne altre mille. Ma appena ritorno nella dimensione terrena (dopo che la mia ultima chiamata all’universo ha trovato solo la segreteria telefonica) salgo di un livello-game e riparto. E seguo le direttive di Giorgio Gaber: «Una brutta giornata – chiuso in casa a pensare – una vita sprecata – non c’è niente da fare – non c’è via di scampo… mah, quasi quasi mi faccio uno shampoo».

Infatti a noi donne basta un taglio di capelli per tornare positive thinking. C’è chi si affida alle mani sapienti di un’esperto, chi invece si esprime in maniera creativa. Io da anni opto per la seconda, i capelli me li taglio da me. (Se mi somigliate, poveri voi. Troviamoci uno “bravo”). Ma se volete provare, qui vi spiego in 5 mosse come si fa. E poi vi dico cosa uso per mantenerli.

A chioma lavata e condizionata (io uso la crema 3 minuti) dividere i capelli dalla fronte alla nuca, come se doveste fare due codini.
Portare una metà da un lato e appiattirla con un pettine fine.
Stabilire un punto di accorciamento (2 – 3 centimetri) a partire dalla nuca, poi con delle forbici perfettamente affilate scendere in diagonale fino a raggiungere la parte anteriore dei capelli.
Riportare entrambe le metà davanti le spalle, misurare l’accorciamento dell’altra metà, che deve essere identica alla sua speculare e rifare lo stesso procedimento.
Pettinare tutti i capelli a semicerchio controllando con lo specchio la parte posteriore. Se ci sono sbalzi eliminarli. Poi procedere all’asciugatura solita.

Seguendo questo procedimento impiego cinque minuti di orologio per il taglio. Col tempo si acquista destrezza, ma è sufficiente essere decise, finora non ho combinato disastri 🙂

La scelta del prodotto

È sempre una cosa individuale, personalmente ho soltanto tre “S.O.S. CAPELLI” che considero i must per velocità, semplicità di utilizzo, efficacia provata. Li trovo praticamente sotto casa. Il primo nei negozi Il Tulipano (ma anche al supermercato) “scioglie” letteramente il capello dritto e lo rende fluido, elastico. Il secondo alla profumeria Aurora. Io non amo le tinte per capelli e questa maschera dona riflessi molto belli a chi non ha ancora bisogno di coprire i capelli bianchi. Il terzo si trova dai rivenditori per parrucchieri, personalmente me l’ha fornito una  amica che fa di mestiere l’agente di Davines Italia. È un olio secco, dal profumo divino, dalla consistenza leggera, si assorbe immediatamente, non unge i capelli ma li rende brillanti e nutriti. Eccoli qui:

Il 1° – PANTENE 3 MINUTI MIRACLE

IL 2° – COLLISTAR MASCHERA RIFLESSANTE

IL 3° – DAVINES OIL Absolute Beautifyng potion

Commenti

commenti

Lascia un commento