NASCERE IL 29 FEBBRAIO

Chi nasce il 29 febbraio quando festeggia il compleanno?

Ogni quattro anni appare il 29 febbraio. Serve a compensare lo slittamento astronomico perché la terra gira intorno al sole ogni 365,2422 giorni: 6 ore in più all’anno. L’eccedenza viene sommata per riallineare il nostro calendario al sistema solare. Chi nasce il 29 febbraio festeggia quando vuole, ma in genere lo fa il 1 marzo, anche se all’anagrafe la data rimane comunque il 29 febbraio. La probabilità di nascere in questo giorno è una su 1.461. Continua a leggere

Corso per aspiranti lettori di audiolibri

La Biblioteca del Libro Parlato “Marcello Mecchia” dell‘Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APS di Pordenone organizza un corso finalizzato alla formazione e all’aggiornamento di volontari (donatori di voce), disposti ad acquisire o migliorare gli elementi essenziali per registrare e preparare mediante personal computer, in formato mp3, testi di genere vario destinati a utenti e studenti che incontrano difficoltà nella normale lettura. Continua a leggere

Oroscopo 2019

riti di speranza del Capodanno

Per iniziare l’anno nel modo migliore, oggi non scriverò nulla, ma propongo la lettura di questo bellissimo “oroscopo” di Alessandro D’Avenia, che racconta ciò che significa per noi – esseri umani e mortali –  il passaggio dal vecchio al nuovo anno, i riti, i timori, le speranze e le consolazioni dei quali abbiamo sempre bisogno e perché ne abbiamo bisogno. Buona lettura e felice Anno Nuovo! Continua a leggere

«Il riscatto di Paolo Pasian»

Delitto di fine anno – Torre, 1599

La penultima notte di dicembre dell’anno 1599 un uomo, teso e segaligno, attraversava le strade del borgo di Torre. Con il calendario solare sarebbe stata l’antivigilia del nuovo secolo, ma da quando il Papa aveva introdotto il nuovo calendario, ognuno celebrava l’anno un po’ come gli pareva. A Firenze cadeva il venticinque marzo, in Francia coincideva con la Pasqua, in meridione e nelle isole il primo giorno di settembre.
Gregoriano o giuliano che fosse, in tutta la Serenissima Repubblica il capodanno si festeggiava il primo marzo con datteri e fichi secchi, perciò anche a Torre erano ancora nel decimo mese dell’anno. Continua a leggere